cos’è e come funziona google ads

Indice

Cos’è e Come funziona google ads?

cos’è e come funziona google ads

Cos'è e Come funziona google ads

Il processo di base è molto semplice:

I passi in dettaglio:

  1. Un utente inserisce una query di ricerca su Google.
  2.  Il tuo annuncio appare nella pagina dei risultati della ricerca.
  3. L’utente clicca su questo annuncio.
  4. Atterra sul vostro sito web ed effettua la conversione desiderata

Google vi aiuta visualizzando automaticamente tutti i valori del vostro account AdWords – la frequenza con cui è stato inserito un annuncio, la frequenza con cui è stato cliccato, la parola chiave che ha attivato l’annuncio e la posizione media in cui è stato attivato. Solo per il tracciamento dei dati di conversione presentati è necessaria un’estensione.

Tutti questi numeri non sono fini a se stessi. Potete utilizzarli per scoprire i punti deboli e i punti di forza delle vostre campagne, per determinare miglioramenti e deterioramenti. Essi costituiscono quindi la base per le vostre ottimizzazioni. Poiché le cifre vengono raccolte per ogni elemento e livello – campagna, gruppo di annunci, parola chiave e annuncio – è possibile utilizzare i vostri sforzi in modo molto dettagliato e mirato.

cos'è e come funziona google ads

Domande di ricerca

Gli utenti che effettuano ricerche su Google possono farlo per molti motivi – sono alla ricerca di prodotti, servizi, informazioni o anche soluzioni a un problema. In tutto il mondo, ogni giorno vengono effettuate 3,6 miliardi di ricerche su Google. Per voi, in quanto fornitori di un particolare servizio, non tutti sono egualmente rilevanti, naturalmente, e la maggior parte di essi sono del tutto irrilevanti.

Se, ad esempio, gestite un servizio di consegna di pizze, sarete particolarmente interessati agli utenti che cercano “Pizza-Taxi” o “Pizza deliver”. Domande di ricerca come “Consegnare il cibo a casa” sono già meno adatte al vostro servizio. Anche se la pizza può essere intesa in questo modo, tutti gli altri tipi di cibo possono essere inclusi. Il tuo annuncio appare completamente inappropriato quando gli utenti cercano specificatamente “Pizzeria Pavarotti”, “Mantieni una dieta” o qualcosa di completamente diverso come il “programma TV”.

È quindi di enorme vantaggio potersi determinare da soli nelle vostre campagne AdWords in cui le richieste di ricerca dei vostri annunci devono essere inserite.

Parole chiave

Questo viene determinato mediante le cosiddette parole chiave. Ad esempio, se avete memorizzato la parola chiave “Pizza-Taxi” e un utente la sta cercando, il vostro annuncio apparirà. Se invece cercano “Mantieni la dieta”, il tuo annuncio non apparirà.

Le parole chiave sono quindi le parole e le combinazioni di parole con cui il vostro prodotto o servizio deve essere trovato. Più precisamente: con il quale gli utenti cercheranno probabilmente il vostro prodotto o servizio.

Perché è importante questo chiarimento? Se consegnate pizze, una delle vostre parole chiave potrebbe essere “Pizza-Taxi”. Il fatto che voi consideriate le vostre pizze come una prelibatezza speciale e quindi preferiate chiamarvi “taxi gourmet”, non ne farà cercare uno a chi è affamato di pizza. Se invece la ricerca di “Gourmet-Taxi” viene effettivamente effettuata, l’utente probabilmente non ha pensato a una pizza. Il tuo annuncio verrà inserito, ma nel migliore dei casi non verrà notato.

Google Suggest

Se andate su Google e inserite una delle vostre parole chiave nel campo di ricerca, riceverete complementi e suggerimenti mentre digitate. Questa funzionalità si chiama “Google Suggest” e visualizza parole chiave particolarmente popolari e spesso ricercate.

cos’è e come funziona google ads

cos'è e come funziona google ads

Uno dei vostri compiti più importanti in AdWords sarà quello di determinare le parole chiave giuste per voi e di essere presenti nelle ricerche del vostro gruppo target. Idealmente, il tuo annuncio soddisferà esattamente le aspettative di risultato del ricercatore e non sarà percepito come una pubblicità fastidiosa, ma come un servizio utile.

Cos’è e come funziona google ads

come creare una campagna google ads!

Nella pagina dei risultati di Google è possibile fare pubblicità esclusivamente con annunci di testo – niente video, niente immagini, nessun altro formato. Ogni annuncio è strutturato secondo lo stesso schema:

Un titolo con un massimo di 30 caratteri

Due righe di testo con un massimo di 90 caratteri ciascuna

Un URL pubblicitario con un massimo di 35 caratteri

Invisibile al lettore è l’URL di destinazione effettiva, che si utilizza per definire il punto a cui l’utente è collegato dopo il suo clic. Quindi non hai molto spazio per convincere un utente di te stesso. Inoltre, ci sono numerose “linee guida editoriali” di Google, che determinano cosa è permesso nel testo e cosa non lo è. Tuttavia, dovete progettare il vostro messaggio in modo che l’utente si senta indirizzato, voglia vedere la vostra offerta e quindi clicchi.

C’è una cosa che dovreste tenere a mente – e questo riguarda tutti i vostri sforzi di AdWords: Promettete solo ciò che potete effettivamente fornire sul sito web. Non ha senso fare pubblicità con i migliori spaghetti della città se l’unica cosa che avete in offerta è la pizza. Non solo è inutile, ma è anche dannoso – perché si paga per i clic che non porteranno mai a ordini.

Posizione dell’annuncio

La posizione dell’annuncio indica dove apparite negli spazi degli annunci AdWords. Questa posizione è determinata dal rango dell’annuncio, che a sua volta è calcolato in base al fattore qualità e al prezzo d’offerta.

La posizione in alto non deve necessariamente essere la più riuscita. Con parole chiave altamente competitive, le posizioni di vertice possono essere raggiunte solo con prezzi di clic elevati. Se questi sono superiori al valore del visitatore vinto, ad ogni click si registrano delle perdite. come creare una campagna google ads

Impressions

Le impressioni sono pubblicità o contatti visivi. Se la vostra campagna raggiunge le 1.000 impression, i vostri annunci sono stati mostrati 1.000 volte su Google. In altre parole: 1.000 utenti di Google hanno cercato una parola chiave da voi inserita entro un certo periodo di tempo e quindi hanno potuto vedere il vostro annuncio. Potete vedere quanti di loro hanno effettivamente visto il vostro annuncio dalla reazione degli utenti, ovvero da quante volte il vostro annuncio è stato cliccato. Metriche google ads

Google Instant

“Google Instant” è il nome di una funzione che visualizza i risultati della ricerca mentre si digita una query di ricerca.

Le impression possono verificarsi anche qui se un utente

clicca da qualche parte nella pagina dei risultati della ricerca mentre digiti

clicca sul pulsante di ricerca, preme Invio o seleziona uno dei suggerimenti o

smette di digitare e i display rimangono sullo schermo per almeno tre secondi.

Clic

Con AdWords nella rete di ricerca vi verrà addebitato solo se un utente clicca sul vostro annuncio e quindi arriva sul vostro sito web come visitatore. Questo modello di fatturazione si chiama Cost-per-Click o CPC. Il vantaggio è evidente: dovete pagare solo se un utente vi è stato segnalato con successo da Google.

Questo modello è molto più orientato al successo rispetto alla pubblicità che viene fatturata in base ai contatti visivi (CPM, costo per 1000 impressioni, o CPM, prezzo a mille contatti). Perché non avete alcuna garanzia che qualcuno venga effettivamente condotto al vostro sito per i vostri soldi. Gli obiettivi per i modelli CPM sono quindi soprattutto il branding e il reach.

cos’è e come funziona google ads

CTR (TASSO DI CLICK)

Il click-through rate (CTR) può essere calcolato in base alle impressioni e ai clic. Se 100 dei 1.000 utenti cliccano sul tuo annuncio, hai un tasso di clic del 10%.

CTR = (numero di click / numero di impressioni) * 100

Più alto è il tasso di click, meglio è. Questa intuizione non è così piatta come sembra. Dopotutto, con AdWords si paga per clic, non per impressione. Da questo punto di vista, in realtà non potrebbe interessarti la frequenza con cui viene inserito il tuo annuncio. Forse pensi anche “più spesso, meglio è” – perché in questo modo più utenti possono vedere la tua pubblicità.

In effetti, il tasso di click è una componente del fattore qualità per Google – e molto importante. Il pensiero alla base è semplice: più persone cliccano sul tuo annuncio, meglio è e più rilevante deve essere. Come sapete dal modello di qualità spiegato all’inizio, Google premia la rilevanza. La vostra “ricompensa” in questo caso sarebbe una posizione migliore per l’annuncio e/o un prezzo effettivo di clic inferiore da pagare. Al contrario, la “punizione” è una posizione peggiore e/o un prezzo di clic più alto.

Ci sono casi in cui gli inserzionisti vogliono effettivamente raggiungere il maggior numero possibile di annunci gratuiti cercando di evitare i clic con testo scadente. Se questo approccio è sbagliato di per sé, naturalmente funziona solo a breve termine: il rating di Google peggiora sempre più, così l’annuncio scivola sempre più indietro. Prima o poi scompare dall’area rilevante e visibile dei risultati e può essere riportato alla prima pagina solo da un prezzo d’offerta esorbitante. Alla fine, l’annuncio potrebbe non essere consegnato affatto a causa della scarsa qualità.

Quindi non cercate di ingannare Google dove Google stabilisce le regole. Le impressioni gratuite vanno benissimo – ma alla fine Google vuole i vostri soldi e quindi svaluta gli annunci senza clic.

CPC (costo per click)

ll prezzo per click si chiama costo per click, CPC o semplicemente prezzo per click. Il costo massimo di un tale click è determinato dal prezzo massimo del click (prezzo massimo CPC o prezzo d’offerta). Per ogni singola parola chiave, dite a Google quanto siete disposti a pagare al massimo. Google non supererà in ogni caso tale importo.

Dal momento che in AdWords determinate un prezzo massimo di clic, vi siete sicuramente già aspettati che il prezzo effettivo che Google vi fa pagare sarà più basso. La base del calcolo è il cosiddetto AdWords discounter. Ecco un semplice esempio:

Scegliete un prezzo massimo di 0,20 Euro per la vostra parola chiave “Pizza-Taxi”, mentre il vostro concorrente paga 0,15 Euro. Questo significa che siete elencati prima di questo concorrente.
Per prendere questa posizione, tuttavia, sarebbero stati sufficienti anche 0,16 Euro come prezzo massimo del click. E sono proprio questi 0,16 euro che paghi solo tu.
Se il vostro concorrente aumenta il suo CPC massimo a 0,19 Euro, pagate ora 0,20 Euro – esattamente l’importo necessario per mantenere la vostra posizione.

Tuttavia, se il vostro concorrente è ora disposto a pagare 0,24 euro, vi “sorpasserà” nel posizionamento dell’annuncio. Scivola verso l’alto di una posizione e quindi ti sposta di un posto. Il vostro nuovo prezzo di clic è di nuovo calcolato in modo tale da mantenere esattamente questo nuovo posizionamento, un posto peggiore – quindi un centesimo in più rispetto a quello precedentemente posizionato due posti sotto di voi.

Se Google dovesse assegnare i suoi spazi pubblicitari esclusivamente in base a questo principio, si tratterebbe di un’asta pura in cui i più disposti a pagare sono regolarmente posizionati in cima – anche con annunci che non corrispondono bene alla query di ricerca dell’utente.

Ma ricorderete che anche Google è molto interessata a fornire ai suoi utenti risultati il più possibile pertinenti ai propri interessi. Ecco perché il calcolo sia del posizionamento dell’annuncio che del prezzo effettivo del click è composto da due componenti: il prezzo di offerta e il fattore qualità, che tiene conto della rilevanza. Questo fattore di qualità vi permette di essere in vantaggio rispetto ai vostri concorrenti anche a costi inferiori.

cos’è e come funziona google ads

pagina di destinazione

La pagina a cui il tuo annuncio conduce l’utente si chiama landing page o pagina di destinazione. È la prima pagina che l’utente vedrà dopo aver cliccato sul tuo annuncio su Google. Se si sposta il puntatore del mouse sulla doppia freccia accanto ai risultati della ricerca (Anteprima istantanea), si ottiene già un’anteprima della pagina di destinazione senza dover fare clic. Non sorprende quindi che questa prima impressione sia di importanza cruciale.

Decidete voi dove volete che il vostro nuovo visitatore si colleghi quando create il vostro annuncio. È possibile specificare una pagina di destinazione diversa per ogni singolo annuncio e anche per ogni singola parola chiave.

Avete due opzioni di base: O conducete l’utente su una pagina già esistente del vostro sito web o create una nuova landing page appositamente progettata per questo scopo. Anche se le landing page sembrano toccare solo l’argomento “AdWords”: non solo influenzano il fattore qualità, ma decidono in larga misura sul successo o il fallimento delle vostre campagne pubblicitarie.

Conversioni

Perché gestisci AdWords? Per lo più non volete solo accogliere il maggior numero possibile di nuovi visitatori sul vostro sito web. Piuttosto, si vuole anche che questi visitatori compiano una certa azione: acquistare un prodotto, scaricare un listino prezzi, compilare un modulo di richiesta, iscriversi a una newsletter e molto altro ancora. Questa azione si chiama conversione.

La conversione è il vostro obiettivo reale (per questo motivo la conversione in Google Analytics è anche chiamata conversione di obiettivi o target). Dopo tutto, un sacco di traffico sul vostro sito web può essere abbastanza gratificante. Ma per rimanere sull’esempio delle pagine precedenti, non avete ancora venduto una pizza in più. Perché 1.000 nuovi visitatori non significa che il vostro forno stia fumando.

È quindi fondamentale per voi sapere quante conversioni o ordini otterrete con i nuovi visitatori e quindi con le vostre edizioni AdWords.

Potete visualizzare le conversioni che risultano dalle vostre campagne AdWords direttamente nel vostro conto AdWords. Ciò richiede l’installazione di un codice di tracciamento sulla pagina di conversione, che Google mette a disposizione. Si raccomanda vivamente di non creare una campagna senza cifre concrete di conversione misurabili.

cos’è e come funziona google ads

Tasso di conversione

Il tasso di conversione è la percentuale dei vostri visitatori tramite AdWords che hanno effettivamente eseguito l’azione da voi indicata. La base del calcolo è quindi il numero di clic:

Conv-Rate = (numero di conversioni / numero di click) * 100

Il tasso di conversione fornisce informazioni sulla “qualità” dei vostri visitatori e sulla vostra pagina di destinazione:

In un mese i vostri annunci AdWords vi hanno portato 10.000 nuovi visitatori del vostro sito web. Questo ha portato a 1.000 ordini di pizza attraverso il vostro sito web. Il vostro tasso di conversione era quindi del 10%.
Nel mese successivo, è stato possibile attirare altri 10.000 nuovi visitatori, ma gli ordini sono stati solo 500. Così il vostro tasso di conversione si è dimezzato, non più ogni 10, ma solo ogni 20 visitatori che hanno ordinato una pizza – la “qualità” dei vostri clienti è affondata.
Le ragioni possono essere molteplici e derivano dalle modifiche da voi apportate durante il periodo in esame. Forse avete messo online una nuova pagina di destinazione, che invece di un miglioramento ha portato un deterioramento. Forse avete aggiunto nuove parole chiave che hanno portato visitatori ma non clienti.

Vedete quanto sia importante seguire le conversioni. Solo con il numero di clic, non avreste notato alcun cambiamento, in quanto è rimasto lo stesso. In realtà, però, il suo risultato è stato pessimo la metà.

Ma si può anche vedere che avete un obiettivo diverso da quello di Google: Mentre un alto tasso di conversione è importante per voi, Google valuta il tasso di clic come criterio di qualità. Poiché entrambe le variabili possono contraddirsi a vicenda, è necessario considerare questi diversi obiettivi e conciliarli di conseguenza.

Contenuti Simili!

Quanto costa google ads?

SEO E CONTENT MARKETING

Condividi Il nostro post:

Condividi

Altri articoli

influencer marketing

Influencer Marketing

Cos’è l’influencer marketing? l’influencer marketing è un tipo di marketing che si concentra sull’utilizzo di

Contattaci

Apri Chat
Contattaci qui!
SpecialistEcommerce
Ciao
Possiamo aiutarti?
WEB AGENCY